venerdì 27 maggio 2011

Cosa ne sarà di me?

Se vi posso dare un consiglio non state a perdere troppo tempo nelle scelte fondamenti della vita. Vi posso assicurare che è meglio una decisione sbagliata, ma presa in tempi brevi, che una giusta presa quando ormai è troppo tardi.
In passato ho perso la cognizione del tempo ed ho lasciato scorrere i giorni, i mesi e poi gli anni pensando se andare a destra e sinistra. Nessuna delle persone attorno a me ha però mai fatto niente di concreto per svegliarmi dal mio terpore decisionale.
Adesso mi trovo in una situazione di vita che non è la mia e la storia si ripete, ma con un diverso protagonista. Reduce dalla mia esperienza ho deciso nel mio piccolo di dare un taglio alla storia, di agire in modo tale che una decisione venga comunque presa.
Tante sono le cose che dovrei buttare fuori, poco è il mio tempo. Forse un poco alla volta riuscirò a raccontare tutto

In questo momento sono alla ricerca Dell'Isola che non c'è.