sabato 11 febbraio 2012

I baboccioni si nascondono tra di noi

Molti quando vengono a sapere che ho 40 anni ed ancora vivo insieme a mamma e papà se la ridono sotto i baffi. La maggior parte di loro ha ragione a criticare, ma c'è anche una categoria, i cui componenti stanno aumentando sempre di più, che dovrebbe imparare a stare zitta. Infatti, almeno per quelle che sono le mie conoscenze, ci sono sempre più persone che non sono dei bamboccioni solo perché hanno dei genitori che si possono permettere di coprire loro le spalle anche se sono fuori casa. Mi riferisco a tutte quelle persone che vivono da sole pure avendo un lavoro precario perché la casa in cui abitano era di proprietà di qualche parente ora defunto (pace all'anima sua), perché i genitori hanno comprato quella casa per il figlio quando i mutui non erano dei veri e propri cappi al collo, o peggio ancora perché a pagare le rate sono sempre loro: mamma e papà.
Ci sono molti di questi bamboccioni fuori casa che candidamente ammettono di girare molte, se non tutte, delle bollette ai genitori, ci sono alcuni che ancora portano i panni da lavare e stirare a mammina ed in tanti che con una scusa o con un'altra utilizzano i genitori come delle bamby sitter non pagate. Immagino che molte delle persone che ricorre all'aiuto dei genitori si lamenterà del costo delle baby sitter, della necessità di lavoroare, del fatto che ai nonni comunque piace stare con i nipotini e questo li aiuta a mantenersi giovani. Vi posso però assicurare che la mia visione esterna spesso mi da un quadro totalmente diverso, io vedo figli che anche senza rendersene conto in un certo senso sfruttano i genitori, e genitori che per il bene dei figli diventano i loro zerbini.

Quindi sì, sono una bambocciona senza lavoro (e con poca voglia di farlo lo ammetto) che però si vede anche circondata da tante persone ipocrite che non riesce a riconoscere il fatto che la lora indipendenza non se la sono guadagnata da soli, ma devo ringraziare i loro genitori. A me alle fine basterebbe questo, che gli altri ammettessero di essere stati fortunati perché parte del lavoro lo hanno fato i genitori per loro.

Poi ammettiamolo, come filosofia di vita gli italiani sono tutti dei bamboccioni nel senso che non ci piace allontanarci dal nostro paesello, si dice che l'80% degli italiani ha una casa di proprietà mentre all'estero sono di più le persone che vivono in affitto. Questo perché gli italiani mettono radici in un posto, che senso ha compreare casa che sai che nel tuo futuro ci potrebbe essere un trasferimento? All'estero sono più abituati a cambiare città e quindi non hanno questo attccamento alla casa. Se vi capita di gurdare una serie TV adolescenziale americana vi renderete conto che molto spesso per loro rimanere nella stessa città in cui sono nati è un'onta, da noi è la norma. Poi è normale che ci siano tante persone che per tutta una serie di motivi non si allontanano da casa, ma questo non gli fa onore, per loro rimane sempre una nota negativa sul C.V. della loro vita.

Quindi prima di dare del bamboccione a qualcuno guardate per bene la vostra storia e controllate quanto di quello che avete lo avete ottenuto con le vostre forze, e quanto è dovuto ai vostri genitori.