mercoledì 11 agosto 2010

rivoglio i miei spazi


Prima che in casa nostra succedesse il grande macello avevo i miei spazi, i mei tempi. C'erano ore del giorno in cui in casa c'ero solo io e questo mi dava la libertà di gestire le cose a mio piacimento.
Volevo pranzare davanti al PC per controllare le mail? Potevo farlo. Volevo vedere alcuni episodi registrati di una serie TV per vedere come era? Potevo farlo. Volevo uscire per fare un poco di spese senza dover dire a tutti dove andavo e perchè mai non portavo nessuno con me? Potevo farlo.

Adesso invece siamo sempre tutti assieme appassionatamente, non ho mai un momento di vera solitudine. In questo periodo mi devo accontentare dei momenti in cui tutti sono a fare il riposino pomeridiano, solo che i giorni in cui pure io ho bisogno di riposare pure io me li perdo. Comunque durano poco, sono attimi sfuggenti. Questo post, ad esempio, è stato scritto non so in quanti giorni perchè tutte le volte che finalmente, dopo aver finito di sistemare altre cose, potevo dedicarmi al blog ecco che arrivava qualcuno a rompermi le uova nel paniere.
Ogni volta che inizia una settimana mi riprometto di organizzarmi meglio, di gestire meglio i miei impegni, ma tutte le volte non faccio mai i conti con coloro che mi circondano e che mandano all'aria tutti i miei piani.