giovedì 10 giugno 2010

caldo caldo caldo


siamo qui in attesa che passi questa ondata di caldo prima di
rimettersi a lavoro. Fosse per me mi metterei al fresco a dormire,
invece mi tocca fare conversazione. Non è che non mi piaccia fare
conversazione, ma sono sempre gli stessi discorsi, ora mai affrontati
da ogni punto di vista, quindi si dice sempre le stesse cose, con gli
stessi tempi. Potrei mettere un nastro registrato e nessuno si
accorgerebbe di niente.